Wound Care

Una rapida guarigione della ferita

Scoprite come la terapia in ambiente umido sia utile sia per i pazienti con ferite croniche, che per gli operatori sanitari che se ne occupano.


Sono molte le ragioni per cui ferite diverse guariscono in tempi diversi. La causa della ferita – che può essere dovuta a una lesione o correlata a un determinato disturbo – è il primo aspetto da tenere in considerazione, senza però tralasciare gli altri specifici del paziente, quali l’età, i farmaci assunti e la condizione nutrizionale.

Qualsiasi sia il motivo, tutte le ferite seguono il medesimo processo di guarigione suddiviso in tre fasi.


  

Le tre fasi della guarigione

A prescindere dal tipo di ferita e dall’entità della perdita di tessuto, il processo di guarigione della ferita avviene in tre fasi dinamiche: la fase di pulizia, la fase di granulazione (formazione del tessuto) e la fase di epitelizzazione (epidermizzazione). Nelle ferite croniche, ovvero quelle che mostrano segni di guarigione scarsi o nulli, nonostante vengano trattate con una terapia adeguata e in tempi accettabili, questo normale processo di guarigione è in qualche modo alterato, con un conseguente ritardo della rigenerazione del tessuto.

Fase 1: Fase di pulizia
Dopo l’arresto del sanguinamento iniziale, i globuli bianchi possono migrare più facilmente nella ferita in quanto i vasi sanguigni si dilatano e le pareti vascolari diventano più permeabili. Il loro compito è quello di proteggere la ferita dalle possibili infezioni e di detergerla.

In questa fase la priorità è rimuovere i tessuti privi di vita e necrotici e, al fine di favorire la pulizia della ferita, rimuovere i batteri e le tossine che potrebbero contribuire a ritardare la guarigione.

Fase 2: Fase di granulazione
Il tessuto proveniente da lesioni profonde non riesce a rigenerarsi pertanto, in questa fase, la ferita viene riempita da nuovo tessuto. La fase di granulazione descrive la rigenerazione del tessuto, quando la ferita si riempie dall’interno
La priorità in questo caso è proteggere i nuovi tessuti ed evitare l’essicazione della ferita. Se la ferita si asciuga, le cellule muoiono. Livelli costanti di idratazione permettono di preservare il processo di guarigione.

A nurse treating a wound on the foot

Fase 3: Fase di epitelizzazione
L’idratazione è importante anche per la fase finale di guarigione. In questa fase le funzioni della cute sono state ripristinate al livello maggiore possibile (spesso non si raggiungono livelli di rigenerazione totale). Le cellule superficiali stanno completando il processo di rimarginazione della ferita, ma sono ancora vulnerabili e soggette agli effetti nocivi della disidratazione ed è per questo che devono essere tenute in un ambiente umido e protette dagli eventuali fattori ambientali nocivi.

Nel corso di tutte e tre le fasi, i prodotti specifici per la guarigione dovrebbero:
• assorbire l’essudato in eccesso
• favorire il tessuto di granulazione e attivare i processi di guarigione
• mantenere i livelli di idratazione bilanciati per creare condizioni ottimali di guarigione
• proteggere la ferita e prevenire l’infezione

Semplificare il Processo di Guarigione

Ai fini di semplificare il trattamento, e di migliorare l’esperienza sia per i professionisti sanitari che per i pazienti, la soluzione più logica è avvalersi di prodotti per la guarigione delle ferite in grado di fornire tutti i prerequisiti per le singole fasi di guarigione, limitando il più possibile l’utilizzo di medicazioni differenti.
Minori saranno i cambi di medicazione, più efficace sarà il trattamento della ferita, rendendo il processo più piacevole e meno impattante anche per i pazienti. Il tempo degli operatori potrà essere meglio utilizzato e la ferita non verrà trattata per un periodo più lungo, riducendo in tal modo le possibilità di contaminazione. Per quel che concerne il risparmio a livello sanitario, ci sarà un miglior rapporto costi-benefici dal momento che i trattamenti saranno più brevi.

Semplificare la Vita

A nurse is treating a wound
HARTMANN ha colto questa sfida.
Il suo concetto di trattamento in ambiente umido Hydro Therapy, ideato nello specifico per il trattamento delle ferite croniche e di quelle che guariscono con difficoltà, si basa sulla semplice applicazione di due medicazioni che vengono applicatie. in successione.

HydroClean può essere utilizzato in tutte e tre le fasi. Si avvale di una particolare tecnologia a idrogel con un meccanismo di risciacquo/assorbimento continuo per pulire e creare un ambiente umido ottimale per la ferita.
HydroTac favorisce il processo di guarigione della ferita regolando l’ambiente umido nel quale si trova. La pellicola superiore ha lo scopo di proteggere la ferita dalle contaminazioni batteriche e dai fattori ambientali nocivi.
Sebbene il prezzo unitario possa risultare più elevato rispetto a prodotti più concorrenziali, la semplicità di utilizzo comporta vantaggi sia dal punto di vista economico che pratico.

Uno studio clinico ha dimostrato che nelle ferite dei pazienti trattati con HydroClean è stata eliminata una quantità di fibrina e necrosi doppia rispetto a quelle trattate con idrogel amorfo.

Le informazioni contenute in questo sito sono destinate esclusivamente agli operatori sanitari.